Archivi delle etichette: IPHONE

POLLICI

Dove la scrittura su tastiera fisica tradizionale (quella di personal computer, Mac nel mio caso) non influisce sulla qualitá della battitura testi da iPhone, quella su iPad influisce eccome, rendendo i pollici meno fluidi sulla minor diagonale di iPhone, con frequenti errori. Questa é la conclusione cui sono giunto stanotte analizzando l’eccessiva frequenza di battute errate nel recente. Suggerimenti ben accetti.

REFURBISHED

Dopo giorni di riflessioni e decine di scatti con Hipstamatic posso ormai con certezza sostenere che la qualità del mio iPhone 3GS Refurbished iOS 5.1 (avuto in sostituzione dopo tragico evento acquatico) é assai meno performante del suo predecessore nuovo di pacca. Urge quindi guardare al mercato alla ricerca di un 4S.

UPDATE: NB: la sensazione che ho é quella di un progressivo deterioramento dell’ottica, le foto sono assi facilmente sfocate, sgranate, con tanto, troppo, “rumore”.

PASSIONE

Sono giorni che ci penso, che penso a cosa fare. Ci penso fra mille altre cose, perché dopo tutto non sto esattamente senza far nulla tutto il giorno, ma capita lo stesso che ci pensi un momento su. No, nulla di fondamentale nella vita ma una di quelle cose che ringrazio il cielo di aver tempo per pensarci un po’: cosa compro dopo iPhone? Dopo la rovinosa fine del mio 3GS mi ha sorpreso la crescente voglia di provare Android. E mi ha sorpreso la facilità con cui tutto il necessario era già pronto: dati account, email, calendario, contatti, file di backup delle App insostituibili, identificate anche nella loro veste Androidiana. Il tutto avendo già identificato il probabile terminale “acquisendo”, ovvero un Galaxy S II. Il tutto non senza provare un vago senso di colpa verso Apple ed iPhone. Ma la passione informatica é anche questo. E forse, dopotutto, ha davvero ragione Lux, quando scrive di non credere ai sensi di colpa ma ai cambi di marcia.

Nulla é per caso

Scrivere del mio iPhone mi ha fatto riprendere il giramento di palle. Poi scopro che Andrea Beggi (qui il suo blog) ha pubblicato ‘sta cosa un paio di giorni fa. Mi rappresenta.

La fine di iPhone

No, non preoccupatevi, mi riferisco al mio 3GS che non ho tolto dalla tasca del costume prima di entrare in acqua, in una delle prime giornate di mare a Santa Marinella. Grazie alle sistematiche sincronizzazioni con il Mac ho l’ultimo backuup aggiornato ad una settimana prima dell’evento catastrofale. Sono sereno in termini di perdita dati, quindi potrei star qui a menarla fino allo sfinimento sull’importanza di una sana politica di backup a difesa dei nostri dati ribadendo che in questo niente è meglio di un sistema che in automatico esegue il backup ad ogni sincronizzazione. Ma il valore degli oggetti per quanto mi riguarda non si discute e a me il mio WHITE 3GS manca.

HOME

Il mio iPhone, tutto nella home. Sono soddisfazoni. La cartella Ertrtyu é stata così rinominata da Carlotta e contiene i suoi giochi.

20110510-021312.jpg

2 mm che ti cambiano la vita

E pensare che invece il C=64 bianco era più sottile del nero. Altro che Apple. E poi bla bla bla bla bla bla.

Le dieci risposte di Apple

Le ha pubblicate oggi Il Post, con un errore ortografico al punto 11). Dopo un rapido giro su Google vi segnalo anche l’articolo di techcrunch.

Io, sinceramente, spero che adesso sia tutto chiaro…e che i fortunati, e certamente pazienti, nuovi proprietari i iPhone4 White si godano i loro telefoni in barba ad ogni timore di tracciamento GPS.

GPS vs iOS [Hipstamatic]

Il geotagging di Hipstamatic, splendido software fotografico per i nostri iPhone, ha localizzato otto mie foto in pieno Atlantico.

GPS vs iOS…e viceversa…[aka dimmi dove vai…]

Nel caso speifico, il tracciamento inizia dal 24 giugno del 2010, non comprendedo quindi il viaggio a Formentera del maggio precedente.