Archivi delle etichette: MACINTOSH

PERSONE CHE FANNO LA DIFFERENZA – TOMMY E STEVE

Le persone di cui voglio parlarvi sono recentemente scomparse: Tommy e Steve.

Sono due persone che hanno avuto un peso specifico davvero importante nella mia vita, due persone che hanno lasciato indelebilmente in essa il segno della piccola grande rivoluzione che hanno introdotto: dove Tommy ha rivoluzionato la mia vita elettronica, facendomi scoprire il fascino dei prodotti elettronici di qualità, il videoregistratore VHS, il CD, la piccola tv portatile, la videocamera (VHS prima, VHS-C poi), introducendo nella mia testa e nel mio cuore i due marchi che più amo e cioè Panasonic e Marantz, trasmettendomi l’irrefrenabile passione lo “scavettamento”, Steve ha rivoluzionato la mia vita informatica, dando un senso alla parola “personal computer”, introducendo nella mia testa e nel mio cuore il Mac e tutto quello che ne è venuto dopo.

Due persone che hanno creato nella mia vita dei punti precisi di rottura, dei punti precisi di non ritorno, dei punti fermi dopo i quali niente sarebbe stato come prima: Tommy con la prima videocamera che io abbia mai visto, la cui sezione VHS si portava a tracolla e pesava 7/8 kg, il mio primo videoregistratore VHS (1983) la mia prima videocamera VHS (1990), la prima consultazione insieme del Televideo, il primo pezzo della Marantz; Steve con il mio primo iPod, un nano nero da 2GB pieno di graffi preso novembre 2005 e che è stato il primo prodotto Apple ad entrare in casa mia, poi con l’iBook G4 14″ (acceso di nuovo tre giorni fa, con su OSX 10.4.11), con l suo “boing” di partenza che per sempre accompagnerà la mia vita, poi con il primo iPod Touch, poi il MacBookPro, poi con iPhone. Domani chissà, non so quale sarà il device, anzi iDevice per dirla bene, ma sar sempre un oggetto con l’anima, capace di trasmettere eozioni.

Ecco, queste due persone mi hanno trasmesso l’amore per le cose, il rispetto per gli oggetti che amiamo, l’emozione per lo spacchettamento, l’attenzione a quella forma esteriore che certamente è funzionale ad una cura interiore. La forma che prende sostanza.

Due persone lontane, diverse, che mai si sono conosciute: la prima é nel filmino del mio battesimo (devo a lui quel filmino) mentre la seconda non l’ho mai incontrata ma due persone alle quali devo molto e che non dimenticherò mai, due uomini che sono stati maestri e amici.

Vi voglio bene.

Annunci

MAC(CHISMO)

La mia passione per l’ambiente di lavoro Macintosh non é in discussione, voglio premetterlo, ma non sono mai stato meno Macchista di quanto mi sia accaduto negli ultimi mesi, devo ammetterlo. Nelle ultime tre settimane ho rinsaldato i rapporti con il mio fido MacBookPro (early 2008, che invero inizia ad accusare gli anni di servizio e merita un intervento in assistenza), tanto che ho rimodulato tutto il mio archivio fotografico (ma ne parlerò in un post dedicato), passando intense ore notturne al portatile, durante le quali la mia predilezione per questo ambiente ha ritrovato forza e vigore. Ma forse la c.d. “età adulta” si manifesta anche con un sano scetticismo sulle cose e quindi resta fermo in me quello che avevo scritto qui oltre a non poter fare a meno di segnalare il sano atteggiamento del mio amico Andrea a proposito delle toppe, ops… patch.